×

DIGITA NELLA TUA RICERCA E PREMI ENTER

Caricamento in corso...

5 piatti piemontesi che devi provare almeno una volta nella vita

Chiara Carlini Chiara Carlini - redattrice

piatti piemontesi invernali

Quali piatti piemontesi invernali ti piacciono di più?

La cucina piemontese è deliziosa e dopo aver parlato delle ricette torinesi, ti vogliamo svelare cinque piatti che devi assolutamente provare in Piemonte almeno una volta nella vita. Primi e secondi da leccarsi i baffi, che si possono tranquillamente preparare in casa. Partiamo così per un viaggio nella gastronomia piemontese.

1. Bagna Càuda

La “Bagna Càuda” è una salsa calda che viene preparata per intingere le verdure crude e cotte. Più che un piatto rappresenta un momento di condivisione a tavola, dove i commensali possono condividere il cibo. Per la sua preparazione vengono utilizzate le acciughe dissalate e diliscate, molto aglio e l’olio di oliva. La cottura è a fuoco lento per permettere alle acciughe di sciogliersi nell’olio. Una volta raggiunto un impasto corposo, a tavola viene servita nel caratteristico “fujot” e accompagnata da verdure di stagione. Ecco la ricetta:

2. Marron glacé

Queste grandi castagne cotte nello zucchero rappresentano una vera delizia per il palato. Oltre ad essere un dessert vegetariano… La varietà “marrone” viene sciroppata e poi ricoperta con una glassa di zucchero. La preparazione non è semplice e richiede più di due giorni. Per una buona riuscita consigliamo di seguire alla lettera la ricetta:

3. Tajarin al tartufo

tajarin
Adriano Bacchella / AGF / Photononstop via AFP

Questi sottili tagliolini all’uovo richiedono molti tuorli per la loro preparazione. Originari delle cucine delle cascine delle Langhe, ora si mangiano in tutta la regione. È un piatto domenicale che non manca quasi mai durante i pranzi di famiglia. I tajarin si preparano generalmente con il sugo d’arrosto o in bianco con burro, formaggio e il famoso tartufo d’Alba.

Pubblicità

4. Agnolotti del plin

agnolotti
Foto: Shutterstock.com

Gli agnolotti sono tipici della tradizione piemontese. Tuttora le nostre nonne preparano in casa questa gustosa pasta ripiena di carne. Anche questo è un piatto che viene scelto per il pranzo della domenica in famiglia.

Originariamente vennero ideati per evitare sprechi in cucina. Secondo l’antica ricetta, gli agnolotti piemontesi venivano serviti con un condimento a base di sugo con carne e verdure, oggi si preferisce condirli con burro e salvia.

5. Gran bollito misto piemontese

Questo piatto si prepara generalmente quando l’inverno inizia a fare capolino. Anche se oggi si mangia in tutta Italia, la ricetta tradizionale è originaria della Regione Piemonte. E per preparare questa specialità, amata molto anche da Vittorio Emanuele II, servono diversi ingredienti: sette tagli principali di manzo da cuocere insieme, altri tagli di carne da cuocere in pentole separate, sette salse, la lonza di maiale e quattro contorni a scelta (generalmente patate, carote, funghi e cipolle in agrodolce). Ecco la ricetta:

Mangiare e Bere